SEI IN > VIVERE RIETI > ATTUALITA'
lancio di agenzia

Nel Lazio nasce il Caregiver Familiare, Rocca “Stanziati 15 milioni”

2' di lettura
10

ROMA (ITALPRESS) – La Giunta regionale del Lazio, presieduta da Francesco Rocca, su proposta dell’assessore ai Servizi sociali Massimiliano Maselli, ha approvato la delibera contenente la proposta di legge “Norme per il riconoscimento ed il sostegno del caregiver familiare”.

La proposta di legge è composta da 15 articoli ed è finalizzata alla valorizzazione e piena integrazione della figura del caregiver familiare come componente della rete di assistenza alla persona.

“Abbiamo approvato in Giunta una Proposta di Legge che renderà il Lazio una delle prime Regioni italiane ad investire sui caregivers familiari. Stanzieremo 15 milioni di euro nel triennio 2024-2026, di cui il 20% destinati a quanti tra loro sono giovani studenti, dando un segnale concreto di vicinanza a figure spesso dimenticate. La Regione Lazio sente forte il dovere di essere accanto alle oltre 25.000 donne e uomini che, ogni giorno, donano se stessi per i più fragili” commenta il presidente della Regione Lazio, Francesco Rocca.

«La normativa – spiega l’assessore Maselli – risponde all’esigenza di colmare una lacuna nell’ordinamento regionale rappresentata dalla mancata disciplina connessa alla funzione di rilevante valenza sociale, economica e morale, svolta dai quasi 25.000 caregiver familiari che operano nella nostra regione. Il caregiver familiare svolge un ruolo centrale nel sistema integrato dei servizi sanitari, sociosanitari e socioassistenziali dedicati alle persone con disabilità, non autosufficienti e anziani fragili. La Regione Lazio, con questa proposta di legge, intende dotarsi di una disciplina organica che tuteli i diritti del caregiver familiare come soggetto autonomo e distinto dall’assistito».

Tra gli aspetti rilevanti della proposta di legge, vi è l’istituzione, in via sperimentale, del budget personale del caregiver familiare quale contributo a fondo perduto finalizzato a sostenere le spese connesse alla cura della propria persona, al tempo libero, alla formazione e all’aggiornamento professionale. Si promuovono anche azioni a sostegno della conciliazione tra attività lavorativa e attività di cura e di assistenza, come accordi con le associazioni datoriali per il sostegno di caregiver familiari-lavoratori mediante una maggiore flessibilità oraria. Inoltre, può essere riconosciuta dalla Regione l’attività di cura e di assistenza prestata dal caregiver familiare attraverso l’assegnazione di un punteggio aggiuntivo nei concorsi pubblici per personale infermieristico e operatore sociosanitario indetti da enti dipendenti o vigilati dalla Regione.

“La proposta di legge – conclude Maselli – prende in considerazione anche i caregiver giovani, stimando che circa il 7% dei giovani compresi tra i 16 e i 26 anni possa essere un caregiver. A loro favore vengono individuate specifiche iniziative per consentire percorsi agevolati per il riconoscimento dei crediti formativi e per la riduzione delle tasse universitarie”. – Foto: ufficio stampa Regione Lazio – (ITALPRESS).

È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Facebook e Telegram di Vivere Rieti .
Per Facebook Clicca QUI per trovare la pagina.
Per Telegram cerca il canale @vivererieti o Clicca QUI.


Questo è un lancio di agenzia pubblicato il 08-02-2024 alle 15:38 sul giornale del 09 febbraio 2024 - 10 letture






qrcode